Laboratorio prove sui materiali ai sensi dell'art 59 D.P.R. n° 380/2001

Controlli di accettazione e conformità materiali da costruzione

Mix design e controlli di accettazione dei conglomerati cementizi: peso dell’unità di volume, coefficiente di dilatazione lineare, prova di Abrams, resistenza a compressione e flessione, rottura per trazione indiretta (prova brasiliana), rottura per trazione diretta, modulo elastico, diagramma di deformazione, ritiro, permeabilità. Il rilevamento delle caratteristiche meccaniche viene effettuato mediante presse servo comandate a controllo di velocità di prova e gradiente di carico, e certificazione online dei dati numerici e grafici.


Controlli di conformità dei materiali metallici: prove di trazione con determinazione dell’area della sezione, dei carichi di snervamento e rottura, dell’allungamento percentuale a rottura su spezzoni a tondo liscio, barre ad aderenza migliorata, reti e tralicci elettrosaldati, provini ricavati da profilati e lamiere, fili da precompresso, trefoli da precompresso.

Piegamento a 90° con raddrizzamento, resistenza al distacco per reti e tralicci elettrosaldati. Modulo di elasticità normale, diagramma di deformazione, numero di piegamenti alterni a rottura, resilienza di Charpy, prove di aderenza su barre ad a.m. (beam-test), prove a fatica per trazione-compressione, prova di rilassamento.
Le prove sono eseguite mediante due presse, una oleodinamica PM60 Galdabini (classe 1), l’altra elettromeccanica CTM60 Galdabini (classe 0.5) accessoriata con estensimetri elettronici per il rilevamento automatico delle deformazioni micrometriche e la determinazione del modulo elastico, dello snervamento proporzionale e dell’allungamento percentuale a rottura. I controlli sono eseguiti secondo le procedure richiamate dalla normativa tecnica emanata ai sensi della legge 1086.

Controlli di conformità dei cementi: prova di indeformabilità, prova di presa, determinazione della finezza di macinazione, resistenza su malta plastica. Le prove sono eseguite in conformità a quanto previsto dalle norme EN 196-197. Abilitazione ad emettere certificazione CE di conformità per i cementi comuni ai sensi del Regolamento Europeo CPR 305/2011 e delle norme UNI EN 197/1 – 197-2, Ministero delle Attività Produttive.

Controlli di accettazione dei prodotti in laterizio. Resistenza a compressione in direzione dei fori, in direzione trasversale ai fori, a trazione per flessione, modulo di elasticità, percentuale di foratura ed area media della sezione di un foro, coefficiente di dilatazione lineare, prova di punzonamento, prova per dilatazione per umidità.

Controlli di accettazione dei prodotti in muratura e in legno.

Laboratorio prove sui materiali non oggetto di concessione governativa

Laboratorio prove stradali e conglomerati bituminosi

Qualificazione e verifiche di conformità dei prodotti industriali in vetroresina e dei materiali compositi. Controlli di conformità dei geosintetici e delle fibre.


Mix design di miscele in conglomerato bituminoso secondo le procedure di controllo ANAS, CNR-UNI. Ricerca dei materiali rilevati e opere in terra. Prove di qualificazione terre: classifica stradale, prove di costipamento AASHO, CBR. Controlli in situ e su rilevati pilota: densità, portanza su piastra. Controlli di qualità sulla pavimentazione stradale in laboratorio e mediante unità mobile durante la stesa e dopo rullatura (Marshall, Skid tester, carotaggi).

Nel 2006 la Geolab ha ottenuto la qualifica del laboratorio stradale dell’ANAS, e in virtù di questo riconoscimento ha potuto partecipare a gare di rilievo nazionale nel settore del controllo delle infrastrutture stradali e autostradali.

Share by: